On the road again
This slideshow uses a JQuery script adapted from Pixedelic

PROGETTO "IL BELLO DELLA SCUOLA"

Dal 2012 l’Alpim ha “Protocollo d’intesa” con la Direzione Scolastica Regionale per svolgere attività di sostegno alle scuole e di contrasto alla dispersione scolastica. Gli interventi sono attuati in base al calendario scolastico, da settembre a giugno dell’anno seguente.

L’Alpim opera nei seguenti settori:

Consulenza su casi singoli di disagio:
incontri personale docente e/o genitori con personale specializzato, eventualmente anche psicologo per consulenza su ragazzi problematici. Telefonare in segreteria per prenotare.

Segnalazioni del personale docente o di privati per minori devianti:
L’Alpim funge da tramite con la Procura presso il Tribunale per i minorenni di Genova, trasmettendo le segnalazioni a proprio nome. La Procura per mezzo della Polizia Giudiziaria effettua le ricerche e le verifiche del caso, provvede a interventi, se è possibile a un’immediata soluzione o, se ne riscontra la necessità, passa il fascicolo al Tribunale per i minorenni.

Consulenza per la stesura e conduzione di progetti sul disagio in scuola:
Gestione di gruppi di studenti per contrasto all’abbandono scolastico

2012-13 1 gruppo Scuola Gaslini e 1 gruppo Comune di Campomorone, n.17 studenti, tutti acquisito licenza scuola media;

2013-14: 1 gruppo Scuola Gaslini e 1 gruppo Scuola Cantore per un totale di 16 ragazzi. Tutti hanno acquisito la licenza di scuola media

2014-15: 1 gruppo Scuola Gaslini e 1 gruppo Scuola Da Passano per un totale di 21 ragazzi. Tutti hanno acquisito la licenza di scuola media

2015-16: 1 gruppo Centro Granarolo per un totale di 10 ragazzi. Tutti hanno acquisito la licenza di scuola media, tranne uno stidente che si è ritirato anzi tempo.

I progetti sono concordati con i Docenti di riferimento. Ogni gruppo è seguito da 1 Educatore per 3 incontri settimanali di 3 ore l’uno. - laboratori educativi condotti da educatori e volontari impostati su un filo conduttore tipo gestione della rabbia, problemi minorili, dinamiche di gruppo, aggressività, bullismo, ecc.. - Centro d’ascolto per studenti, educatori e genitori condotto da psicologi psicoterapeuti.

L’obiettivo del progetto è di mettere a disposizione del preadolescente e dell’adolescente, degli insegnanti e dei genitori a scuola, nel contesto della quotidianità e nella normalità della vita relazionale, uno spazio presidiato da un adulto competente, capace di accogliere, ascoltare e aiutare a fare il punto sui “lavori in corso” della crescita del ragazzo. L’iniziativa ha avuto una risposta molto positiva da parte di tutte le parti interessate

Dal 2012  due centri di scolto gestiti da una piscologa presso una scuola del Ponente genovese e una scuola della Valbisagno.

Tutti i progetti vengono stesi e condotti in accordo e sotto il controllo del Collegio dei Docenti Questi interventi, prendendo in carico i ragazzi più problematici, si ripercuotono positivamente sul clima nelle scuole, nelle aule e nei rapporti fra i ragazzi e fra i ragazzi e gli insegnanti, con evidente vantaggio di tutti gli studenti.